Cosa resterà?

image

Anche quest’anno volge al termine…
Ho tra le mani il telecomando della mia vita, nei miei occhi c’è il fermo immagine del 1 gennaio 2014 alle 00 05 applausi, brindisi, abbracci, un lungo bacio, tanti baci, mute promesse e desideri misti a speranza. Mi piace “rivedere” ad occhi chiusi chiaramente…
Rivedo immagini di me pendolare tra Aosta e Milano, mi sono sentita in prestito lo ammetto, poi il curriculum portato a mano ignorando la dicitura “invia CV e-mail” infine la gioia di sapere che avevo fatto la scelta giusta, firmare un contratto seppur stagionale è stato un dono, è importante per me sapere di essere accettata, ne ho bisogno per sentirmi “a casa”.
Immagini si susseguono con rapidità, sono di un occhio che guarda sui fatti accaduti, alle violenze assurde perpetrate su donne e bambini, sulla disperazione di gente che ha perso tutto a causa di catastrofi naturali o per colpa di “esseri umani” avidi e senza Dio!
Altre immagini scorrono, sono colorate come le risate cristalline dei bambini che giocano rincorrendosi. Molte albe si sono mescolate ai tramonti, tante le stelle, sono come i desideri, le puoi toccare ed è magnifico perché ti senti parte dell’universo, ti senti vivo e questo è un dono. Ho iniziato a Dicembre la mia stagione invernale,(squadra che vince non si cambia) 😉 e fino ad Aprile si lavora febbrilmente.
Riapro gli occhi e penso, cosa mi resterà di questo anno? Certamente tutti i doni ricevuti, il lavoro, la speranza, l’amore nel cuore e sulla pelle, la salute, le persone conosciute che porterò con me sia fisicamente che nel cuore, le esperienze nuove, le lacrime ed i sorrisi, le mie parole scritte e le mie emozioni… la certezza di essere viva!
Il mio augurio per tutti è quello di non perdere mai la speranza, di accettare tutti i “doni” che il quotidiano ci fa, anche se sono brutti, anche se non fanno sorridere e ci fanno arrabbiare, io credo che nulla accade per caso, auguro la dignità, di vivere di emozioni, di piangere dal ridere, il lavoro a chi non ce l ha, la salute che è un bene primario, auguro un anno a colori, ricco di sfumature e colmo d’amore nel cuore e sulla pelle!

Buon 2015.

Sfogliatella.

Annunci

Io ci sarò.

image

Voglio amare te e non l’abitudine di te…
Guardarti e desiderare
comprendere e proteggere
con complicità e fedelmente
immaginando la realtà
progettando e costruendo
la solidità e il futuro dei giorni.
Io ci sarò!
Desidero
Continuare ad attraversare
la vita
correndoci dentro
stringendo la tua mano.
Conservare custodendo
tutti i nostri fermo
immagine…
delle risate vivide
e quelle lacrime un po
sfocate,
gigantografie di abbracci.
Io ci sarò!
Voglio continuare a
riempire di emozione
le pagine bianche
che nasconderò
tra le pieghe della mia anima
Siamo frammenti in questo mondo
ma tu resti il mio mondo…
Voglio amare te
sempre…
e
non mi importa del resto…
Io ci sarò!

Sfogliatella

Ricordi?
Sei arrivato in un giorno di dicembre con il freddo e un giubotto di pelle, hai riempito la mia vita nascondendomi in un abbraccio…
Sei arrivato oggi…
2 anni di noi!
Buon anniversario Valter.
Foto web

Regalami un sogno.

image

Presto che è tardi…
Mi rivedo bambina
negli occhi le luci colorate e i suoni dei campanelli che annunciano la nascita degli angioletti.
Un foglio candido e una penna tanto grande per manine piccine…
Voglio scrivere a Gesù bambino, babbo Natale è sempre impegnato a portare giocattoli a tutti i bambini del mondo.
Caro Gesù bambino io desidero che smetta la violenza su noi bambini, sulle nostre mamme e i nostri papà, desidero la dignità per gli esseri umani, vorrei che sparissero tutte le armi del mondo cosi nessuno si farebbe più male, vorrei la cura per tutte le malattie, cosi nessuno piangerá più di dolore…
Questo è un sogno di regalo, ti prego Gesù bambino regalami questo sogno.

Sfogliatella

Foto web

Viversi

image

Sei quello sguardo
che disseta l’anima…
la vita nascosta in un abbraccio…
Lascio cadere il vestito
lentamente…
la luce fioca della stanza accende il desiderio…
ti avvicini liberando
il tuo corpo
offrendo a me
il tuo calore,
nuda tra le tue braccia
mi adagi lentamente
senza staccare gli occhi dai
miei
su candide lenzuola bianche
Passione
fremiti
sussulti
il piacere prolungato
che lega gli amanti.
Sulle lenzuola ora calde di noi
resta il profumo
dentro di noi
la certezza infinita del viversi.

Sfogliatella

Foto web

Un brutto sogno.

image

Ad un bambino non dovrà mai mancare l’amore, perchè lui vive di questo
Nessuno può rubare l’anima ad un bambino…
Cercavo le parole giuste, per scrivere un pensiero sui fatti di cronaca che accadono purtroppo tutti i giorni, ho immaginato di scrivere una lettera che potesse essere letta come una fiaba a tutti gli angeli vestiti da bambini…
Avrei scritto d’amore e protezione, di giocattoli, avrei raccontato di mamme e papà,felici di averli tra le braccia, avrei descritto i colori dell’arcobaleno,parlando loro di un mondo sicuro,mostrando loro gli aquiloni e le altalene…
Avrei voluto… ma non posso, sarebbe una bugia, perché la violenza non smetterà mai, gli orchi non si estingueranno mai!!!
Cosa resterà?
La rabbia.
Le vittime.
Bimbi innocenti e fiumi di parole che non smetteranno mai…
Mi sento impotente, vorrei urlare, vorrei avere il dono della fede per poter trovare conforto, vorrei sapere perché?
E poi…
Vorrei tanto abbracciare uno di questi bambini asciugargli le lacrime e dirgli: non aver paura è solo un brutto sogno,non è accaduto nulla, non potrà mai accaderti nulla, perchè a te nessuno potrà mai rubare l’anima.

Questo post è dedicato ad ogni bambino diventato angelo troppo presto.

Sfogliatella.

Foto web