Ti sei accorto di me.

Non si può pensare di trattenere il mare In un bicchiere!
La giornata aveva il tipico colore grigio plumbeo milanese,umido, freddo,anche se  per lei splendeva il sole,il cuore cantava e lei con lui… tra due ore si sarebbero visti.. Loro si erano inseguiti nel mondo virtuale ,non si erano mai parlati per davvero,solo un saluto scritto e una stellina per dire che quello che si era scritto era da aggiungere ai preferiti. Poi più nulla fino ad una fotografia che ha calamitato l attenzione di lei…una immagine di una bocca con sopra una dedica:Per te! È stato quello il momento in cui i suoi occhi si sono innamorati. Sapeva chiaramente che quella dedica non era per lei,ma non le importava ormai i suoi occhi erano fissi su quelle labbra… E così giorno dopo giorno lei ha incominciato a vivere di un amore vissuto da un altra donna… le parole che lui scriveva a lei,le foto postate,l’amore dedicato a quella donna erano per lei una piccola goccia d’acqua In grado di dissetarla tanto quanto bastava…. Ha sempre osservato da lontano per tanto tempo,ha desiderato In silenzio che le mani di lui fossero sue,che i baci scritti per l’altra donna fossero invece per lei… ha desiderato tanto che le cose scritte per quella donna fossero In realtà scritte e pensate pensando a lei! Intanto lei scriveva, e riempiva bauli di parole dedicate alla speranza di essere protagonista di un grande amore… Sperando che lui si accorgesse di lei e sé ne innamorasse…. Poi un giorno qualcosa è accaduto, lei sé ne è accorta perché ha letto il dolore per un abbandono nelle parole di lui… ha cercato di capire,ha cercarto con parole dolci di curare una ferita profonda…senza riuscirci…. infatti lui ha chiuso quella porta sul mondo virtuale per guarire dal suo dolore… È stato allora che lei ha realizzato che si era perdutamente innamorata dell’anima di quello uomo,della sua testa, della sua essenza,del suo cuore… È stato allora che ha capito che senza di lui non avrebbe più vissuto, ha iniziato a scrivere e a postare immagini che raccontassero di speranze,di amore,di desideri sperando che lui le leggesse…. fino a quel giorno…. In cui lui ha fatto percepire la sua presenza solo con un like,un piccolo gesto che ha fatto un boato nel cuore di lei,e più lei postava foto, pensieri,più lui era presente… L’ha cercata e lei si è fatta trovare,ma sempre con il timore di dire qualsiasi cosa…. lei abituata ad entrare nel vita degli altri In punta di piedi,si sarebbe catapultata nella vita di questo sconosciuto come una pazza scatenata. Ma non voleva rovinare tutto…. avrebbe aspettato,,avrebbe letto ancora i pensieri di lui… a lei bastava che lui fosse li…..che fosse tornato! Lo stupore nel leggere finalmente un pensiero dedicato a lei,ha fatto  tremare il suo cuore,ha acceso una luce nella sua vita e ha incominciato a cercarlo in ogni dove fino al momento in cui c’è stato uno scambio di un numero di telefono. L’aver detto “Pronto” ed aver ascoltato la voce di lui è stato come sentire cantare gli angeli, è stato per lei un erezione al cuore… Parole… Sospiri..racconti…sogni.. Bisogno di respirare ascoltando il suono delle loro voci.. E poi… Oggi..il cuore di lei che canta in un giorno qualunque In una Milano che è grigia ma dove splende il sole di questa emozione…. Tra 1 minuto si incontreranno…. Si abbracceranno…. si racconteranno le loro vite,le loro paure..i loro desideri… Tra 30 secondi saranno davanti ad un caffè… guardandosi negli occhi, sfiorandosi le labbra con un dito… Tra un secondo si baceranno tenendosi per mano sapendo che non si lasceranno più perché riconosceranno quel contatto, sapranno che un semplice contatto di mani che si cercano trasmette Al cuore qualcosa di molto più intenso….. un battito d’amore.

Annunci

4 pensieri su “Ti sei accorto di me.

  1. Il ritmo è intenso. Parte da lontano, in sordina; poi cresce, si dilata, come la musica di Bolero. Incalzante, il bum bum del cuore diventa tuono e passione. Trasmetti emozione e brividi: ma lui, nel racconto non c’è, non ha voce e non ha immagine. E’, semplicemte, assente. Sei tu l’unica sulla scena. E’ un effetto voluto? N.B. Rileggi e correggi alcuni errori di battitura. A rileggerti, con piacere. Nicola Di Monaco

    Mi piace

    • Ti ringrazio Nicola anche per avermi fatto notare gli errori di battitura,che mi sono sfuggiti nonostante io abbia ricontrollato, ora nn posso più correggerli. L’effetto è voluto nel mio racconto di mettere in luce La protagonista,visto che ha vissuto in disparte una storia d’amore non sua…. intendevo darle la parte di protagonista almeno in questo…. quello che mi fa realmente piacere, è che il mio intento sia stato raggiunto. Ti ringrazio di aver paragonato questo racconto alla musica di Bolero….. non sono sicura di meritare cotanto paragone,La mia è una passione,lo scrivere mi emoziona,questo blog è la mia anima!

      Mi piace

  2. Brava, è il primo vocabolo che mi sorge alla fine della lettura, gli errori … ne facciamo tanti nella vita, che quelli di battitura sono secondari e irrilevanti, perché quello che era tua intenzione mostrare e dire, è bello, vero, semplice e lampante. La tua attesa in sordina, il tuo amare la sua anima, il tuo esser presente assente e mai invadente, sin quando l’amore non ha fatto la sua scelta e tu godi di quello che la vita ci regala e spesso lasciamo andare. Complimenti da Raf

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...